Webshop, Web Agency Pescara // Telefono: 085 90 484 70 // E-Mail: info@sitiwebshop.it // Naviga verso il nostro negozio SUPPORTO

Gestire una pagina Facebook aziendale in modo efficace è possibile, ma bisogna evitare assolutamente alcuni errori come non coinvolgere i propri fan o violare le normative. Webshop vi dice quali sono i 10 errori da evitare

10 errori da evitare nella gestione di una pagina facebook

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Pin It

Qualsiasi azienda al giorno d'oggi non può fare a meno di utilizzare strumenti di comunicazione moderni come Facebook, il famoso social network. Tuttavia il loro utilizzo deve essere inserito in un vero e proprio "piano di comunicazione", ossia una sorta di filo conduttore in cui si scrive cosa, come, quando e su quale canale dovrà essere lanciato il messaggio affinchè la nostra comunicazione si riveli efficace.

E proprio a proposito di efficacia, il team del Webshop ha scelto di scrivere questo articolo per chi è alle prime armi con la gestione del proprio profilo aziendale o per chi cerca qualche consiglio per migliorarlo.

Ecco 10 errori da evitare assolutamente nella gestione di una pagina facebook aziendale!

1) Aprire un profilo invece che una pagina fan

Errore classico ma che vediamo ancora: nel momento in cui volete essere presenti su Facebook non aprite il profilo come foste una persona “reale”. Questa operazione è sbagliata per tante ragioni:

  1. Facebook potrebbe scoprirvi, bloccare il vostro profilo o peggio cancellare il vostro profilo;
  2. Non potete utilizzare i potentissimi strumenti di marketing messi a disposizione della piattaforma;
  3. Non potete avere statistiche sui vostri “fan”: chi interagisce di più, quali sono le caratteristiche utili per impostare una eventuale campagna pubblicitaria, quando il pubblico è online e c’è maggiore possibilità che vedano il vostro post?

E così via… Per aprire una pagina Facebook della vostra attività partite quindi da questo link Creare Pagina Aziendale Facebook

2) Scegliete il nome giusto, l’immagine di copertine e del profilo

Una volta creato il vostro profilo, è efficace per la vostra immagine creare:

  1. un’immagine del profilo che identifichi subito la vostra pagina: di solito va bene il logo della vostra attività;
  2. un’immagine di copertina ottimizzata per i vari dispositivi: sappiate che Facebook mostra parti diverse della vostra copertina in base al dispositivo in uso. Per dirla in altre parole, la vostra immagine di copertina potrebbe risultare perfetta dal vostro pc ma tagliata ai lati su uno smartphone;

Non sottovalutate il nome della vostra attività: è utile per permettere alle persone di “taggarvi” e quindi creare una relazione. Se il nome risulta troppo difficile, la persona potrebbe avere difficoltà a menzionarvi in un suo commento.

3) Ottimizzate il vostro profilo

Per “ottimizzazione” del profilo intendiamo le operazioni necessarie affinchè la vostra pagina Facebook sia efficace in termini di immagine e di utilità per i vostri fan. Cercate di completare la pagina appena creata con i giorni esatti apertura e chiusura, gli orari precisi in cui l’attività sarà aperta o in cui potete rispondere al telefono, la vostra storia, il vostro indirizzo, se avete un sito ecc…

Non dimenticatevi mai che l’utente apprezza la rapidità con cui riceve informazioni a lui utili: se avete un ristorante, per esempio, sarà utilissimo avere il pulsante PRENOTA o aver inserito correttamente i vostri orari. Non è così  automatico il fatto che un utente vada su Google per reperire queste informazioni.

4) Studiate il regolamento!

Non è un avvertimento di secondo piano, anzi, Facebook è categorico su quello che si può pubblicare o non si può pubblicare. Sappiate che potreste ritrovarvi con la pagina bloccata o peggio cancellata. Potete iniziare da qui per capire meglio, per esempio, cosa può essere pubblicizzato e cosa no: Normative Pubblicitarie

5) Facebook non è il vostro "megafono pubblicitario": l’importanza dell’engagement

Con il termine engagement si intende definire la capacità di un brand di creare una relazione con i propri fan. Non utilizzate Facebook esclusivamente per lanciare messaggi pubblicitari o promozioni. Al contrario, una buona parte dei vostri messaggi deve mirare a coinvolgere le persone che seguono la vostra pagina a partecipare alla vostra comunicazione: quindi reazioni (like, cuoricini ecc), commenti, condivisioni… Tutto questo si fa, per esempio, lanciando un sondaggio.

7) Facebook è gratis, non mi servono soldi

Ci dispiace dirlo, ma abbandonate l’idea che aprendo la vostra pagina Facebook avrete risultati immediati. Destinate parte del vostro budget alla “sponsorizzazione dei post”, cioè a pubblicizzare i vostri post a un pubblico ampio pagando una determinata cifra.

E sappiate che anche se potete contate su un numero di fan ampio, è lo stesso social network ad aver affermato che nel feed di notizie di ogni utente di Facebook sarà dato spazio prima ai post degli amici o contatti e poi ai post delle aziende. Alcuni esperti di settore affermano che solo il 5% circa dei fan vedono i post delle aziende nel loro feed.

8) Non acquistate fan!

Potrebbe accadere di essere contattati da aziende che vi propongono di “acquistare pacchetti di like”, non accettate assolutamente la proposta! La prima ragione è che se Facebook scopre questo comportamento potrebbe bloccarvi la pagina, la seconda ragione è che questi like saranno solo “numeri”: non interagiscono con la vostra pagina, non la fanno crescere, non consigliano i vostri prodotti, ecc… A cosa servono quindi? Anzi, proprio la mancanza di interazione sarà un fattore negativo per il "valore" della vostra pagina agli occhi di Facebook.

9) Siate creativi

Non fossilizzatevi sempre con gli stessi post. Cambiate e alternate post con foto, video, sondaggi, “storie” ecc… Il pubblico apprezzerà e ne terrà conto anche l’algoritmo di Facebook.

10) Facebook è diverso da Instagram

Avete aperto un profilo aziendale della vostra attività sia su Facebook che su Intagram per raggiungere più persone? Anche se potrà sembrarvi strano, dovete usare una comunicazione diversa fa i due Social Network. Un esempio? La prima ragione che ci viene in mente è che Instagram usa post con formato 1080x1080 pixel, Facebook utilizza post da 940x788 px. Anche gli hashtag hanno un valore totalmente diverso. 

Inoltre Instagram è un social network molto più "fotografico", cioè che si presta bene a una comunicazione basata sulla potenza delle immagini. E questo tipo di comunicazione tendenzialmente è più adatto a attività nel settore fashion, nella ristorazione, nel settore viaggi ecc...

Questi sono i 10 errori più comuni nella gestione di una pagina Facebook, ma ce ne sarebbero anche altri. Invitiamo a contattarci se avete bisogno assistenza con i vostri social network! Il team del Webshop, per chi lo desidera, è anche a disposizione in Via Napoli 38 a Pescara!

Pin It

Mantieniti aggiornato, iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per ricevere i nostri articoli direttamente nella tua casella di posta elettronica!
Please wait

Richiedi adesso GRATIS informazioni sul tuo progetto WEB

Contattaci per un preventivo SENZA IMPEGNO
Logo Webshop

Newsletter

Vuoi essere informato di più e meglio sul mondo del Web Marketing? Anticipa la concorrenza e iscriviti alla nostra newsletter.

Leggi la Privacy Policy
Please wait
whatsapp2 Webshop Abilitato Mercato Pubbliche Amministrazioni